National Research Council of Italy

Institute of Biosciences and BioResources

DISBA logo CNR logo

IBBR Project #233

Primi interventi urgenti per favorire l’adattamento delle foreste ad Abete bianco del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano agli effetti del cambiamento climatico
Project ID 233
ID E85D20000010006
Acronym PNATE ABETINA REALE
Project acronym and title Primi interventi urgenti per favorire l’adattamento delle foreste ad Abete bianco del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano agli effetti del cambiamento climatico
Contract E85D20000010006
Description L’abetina sita all’interno del SIC-ZPS Abetina Reale, Alta Val Dolo (“SIC/ZPS IT4030005 Abetina Reale, Alta Val Dolo - Quadro conoscitivo” gennaio 2018), ospita il nucleo di abete bianco di maggiori dimensioni dell’Appennino settentrionale (~300 ha) a nord delle Foreste Casentinesi e non è mai stata analizzata geneticamente. La mancata inclusione di questo nucleo, sebbene potenzialmente il più interessante in termini conservazionistici nell’area rifugio glaciale nell’Appennino settentrionale, in studi genetici è dovuta sia alla sua storia di sfruttamento che alla grande estensione. L’Abetina Reale ha infatti una storia di coltivazione e gestione che supera i 500 anni, da quando divenne nel1415 possedimento degli Estensi fino al XX secolo. Capire oggi quale sia l’origine e la struttura genetica di 300 ettari di bosco gestiti per più di 500 anni, purtroppo, non può essere fatto con uno schema di campionamento simile a quello usato negli altri nuclei presenti nel dataset genetico prodotto da IBBR-CNR. Inoltre, dato che nel documento “SIC/ZPS IT4030005 Abetina Reale, Alta Val Dolo - Misure specifiche di conservazione”del gennaio 2018 viene specificato per l’abete bianco che “le minacce sono riconducibili a fattori naturali come la tendenza alla monospecificità di faggio con evoluzione di lungo periodo verso forme strutturali omogenee e coperture elevate che non favoriscono l’eventuale propagazione dell’abete bianco”, un’indagine genetica su questo sito non può non includere lo studio delle caratteristiche genetiche della rinnovazione. Pertanto, al fine di comprendere l’origine e la struttura genetica degli abeti bianchi che attualmente vegetano nel SIC-ZPS Abetina Reale, Alta Val Dolo, si propone di eseguire un campionamento dell’intero nucleo seguendo uno schema a griglia finalizzato alla raccolta di almeno 300 campioni da piante adulte e, nel caso venissero trovate zone con presenza di material alloctono, almeno altrettanti campioni di rinnovazione. In tali zone, infatti, la rinnovazione è potenzialmente a rischio di subire immigrazione via polline da materiale alloctono o geneticamente poco variabile. Gli strumenti propri della genetica di popolazioni permettono un’accurata quantificazione di tali rischi, oltre a fornire un quadro conoscitivo che permette lo sviluppo di efficaci azioni di contrasto ai processi che potrebbero erodere il potenziale adattativo delle popolazioni autoctone. I dati genetici prodotti saranno basati sugli stessi marcatori molecolari utilizzati nei lavori precedenti svolti da IBBR-CNR su abete bianco (Postolache et al. 2014; Leonarduzzi et al., 2016; Piotti et al. 2017; Santini et al. 2018) e permetteranno, quindi, di confrontare le caratteristiche genetiche dell’abete bianco dell’Abetina reale con il dataset di riferimento costituito da più di 3000 alberi da tutta Europa, e che già include 28 popolazioni appenniniche della specie.
Funding body Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano
UOS Firenze
Role Collaborazione
Signatory Piotti Andrea
Contact Person Piotti Andrea, Avanzi Camilla
Starting of activities 2020
Ending of activities 2021
Extension -
Amount (euro) 15000.00
Technological Area -
Technological Field Ottimizzazione dell’uso delle risorse naturali negli ecosistemi agricoli e forestali
Select Projects
Istituto di Bioscienze e Biorisorse (IBBR/CNR)
Via G. Amendola 165/A, I-70126 Bari (Italy)
Copyright © 2012-2023. All Rights Reserved.