National Research Council of Italy

Institute of Biosciences and Bioresources

FABER: P-Friendly Allergen Nano-Bed Array

FABER è un sistema diagnostico per l’allergia che nasce dalla collaborazione dell’IBBR di Napoli con i Centri Associati di Allergologia Molecolare (CAAM, https://www.caam-allergy.com) e la Allergy Data Laboratories s.c. (ADL), a cui si aggiunge il contributo di una azienda austriaca, MacroarrayDx.

Si tratta di un dispositivo IVD marcato CE e il cui marchio è stato registrato presso l’Unione Europea. E’ realizzato in nanotecnologia multiplex che permette di analizzare simultaneamente, con un singolo test sierologico, la sensibilità ad alimenti, pollini, acari, epiteli, muffe, lattice, veleni di api e vespe, etc. Infatti, le preparazioni allergeniche immobilizzate sul biochip di FABER sono attualmente 244, 122 molecole e 122 estratti, ma sono destinate a crescere.

La collezione di allergeni di FABER può vantare la presenza di componenti esclusivi, assenti in altri sistemi. Si tratta di allergeni identificati, e resi disponibili per la diagnostica, dal gruppo di ricerca costituito da Maria Antonietta Ciardiello, Lisa Tuppo, Ivana Giangrieco e Maurizio Tamburrini, presso la sezione di Napoli dell’IBBR.

A differenza di altri sistemi diagnostici per l’allergia, FABER funziona soltanto in service, cioè l’esecuzione e interpretazione dei risultati del test sono centralizzati e gestiti dagli allergologi del CAAM, coordinati da Adriano Mari. Una rete internazionale (https://www.caam-allergy.com/it/rete-assistenza oppure link soltanto per la mappa dinamica della rete di laboratori) di laboratori di analisi cliniche raccoglie i campioni di sangue e li invia al centro dove i test sono eseguiti.

I risultati dei test diagnostici sono forniti al paziente online tramite una cartella clinica elettronica (CDRS). Questa costituisce un complemento fondamentale del test FABER perché la documentazione e interpretazione a corredo dei risultati di ogni test non rimane statica, come in un normale referto cartaceo, ma è dinamica, cioè si aggiorna quotidianamente sulla base di nuovi dati scientifici estratti dalla piattaforma Allergome (http://www.allergome.org). CDRS è multilingue e accessibile da tutti i dispositivi mobili e da computer.

 

by: Gabriele Bucci - Last Updated: Jun 20, 2017 (09:30)